5 anatroccoli bloccati in un canale sotterraneo soccorsi da ENPA e VVFF

5 anatroccoli bloccati in un canale sotterraneo soccorsi da ENPA e VVFF

Category : News

Martedì 10 maggio, a Rozzano, un germano reale e i suoi cinque anatroccoli sono stati soccorsi dopo essere rimasti bloccati all’interno di una grata, a causa della forte corrente d’acqua che scorreva nel sotterraneo.

Una donna ha chiamato i nostri operatori nel primo pomeriggio di ieri, martedì 10 maggio, dopo essersi accorta per caso (e per fortuna) della famiglia di germani in pericolo.

Dalla grata era possibile solo intravedere gli animali spinti dall’acqua contro una parete: la forte corrente, causata dalle piogge di questi giorni, impediva al germano e agli anatroccoli di uscire da quella situazione.

Quando la nostra operatrice è giunta sul posto, la situazione si è subito presentata più chiara: vicino alla zona di ritrovamento scorre un canale che si interra passando proprio sotto al parcheggio, in corrispondenza delle grate, fino a scomparire in un sifone posto al di sotto di un’insenatura che blocca spazzatura e oggetti estranei… compresi mamma anatra e anatroccoli.

A causa della forte corrente del canale e dell peso della grata, la nostra operatrice ha dovuto chiedere l’intervento dei Vigili del Fuoco, che hanno trovato altrettanta difficoltà a sollevare la griglia a mano. Dopo aver contattato il proprietario del parcheggio per avere l’autorizzazione a effettuare un intervento più drastico, i Vigili del Fuoco sono riusciti a sollevare la grata con l’aiuto di un’autogru. La mamma germano, non appena ha intravisto una via di uscita, ha preso il volo per fuggire dalla situazione di pericolo, per questa ragione non è stato possibile recuperarla. I piccoli invece sono stati soccorsi dalla nostra operatrice, che li ha portati subito presso la nostra sede.

Nonostante fossero in acqua da molto tempo, gli anatroccoli stanno bene e non sono a rischio ipotermia. Non appena avranno recuperato le giuste energie saranno trasferiti al CRAS di Vanzago, dove saranno rimessi in libertà una volta raggiunta l’età adulta.


I prossimi eventi

Facebook

Twitter

Archivio notizie

Cerca