Author Archives: admin

31 luglio 2020, h 12.00: diretta Facebook “Dieta del cane e del gatto, consigli utili per una corretta alimentazione”

Category : News

Un nuovo appuntamento con i veterinari della Clinica di ENPA Milano.
Questa volta Natascha Lusenti, conduttrice radio e tv, giornalista e scrittrice, incontrerà Federica Gilberti, medico veterinario della Clinica dell’ENPA di Milano e parleranno di “Dieta del cane e del gatto, consigli utili per una corretta alimentazione”.
Appuntamento a venerdì 31 luglio 2020 alle ore 12, non mancate!

www.clinicaenpami.org

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

Gattino nel vano motore di auto salvo grazie a ENPA Milano

Questo gattino, che si era infilato nel vano motore di un’auto parcheggiata in via Cerano all’angolo con via Voghera, è stato catturato dall’operatore dell’ENPA in poco più di 20 minuti.

Dopo aver posizionato la rete intorno alla vettura per evitare che il gatto potesse scappare è stato rintracciato il proprietario della vettura che si è subito recato sul posto.

A questo punto il nostro soccorritore ha aperto il cofano e messo in salvo il il micio che successivamente è stato trasferito presso la sede della Clinica Veterinaria dell’ENPA di Milano. Al momento sembra che abbia già trovato adozione, da parte di un cittadino che vive nella zona del ritrovamento.

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

Biacco entra in casa, la signora lo cattura e lo porta all’ENPA di Milano

Questo splendido esemplare di biacco è stato trovato da una signora all’interno della propria abitazione con giardino a Locate Triulzi.
Questi animali sono spesso visti come “pericolosi” dalla maggior parte delle persone, invece la signora lo ha catturato e portato presso la nostra sede perché sospettando che avesse potuto portarlo nella casa il proprio gatto, temeva potesse avere qualche ferita.

Il momento della liberazione.

 

I nostri veterinari lo hanno invece visitato e una volta verificato che non avesse alcuna lacerazione, è stato affidato ai nostri soccorritori per essere liberato nelle campagne milanesi.

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

Attivato link su facebook per adozione a distanza di una vacca e 3 manzi: Luce, Micky, Sudan e Bianca.

SE SEI ISCRITTO A FACEBOOK PARTECIPA ALLA RACCOLTA FONDI CLICCANDO QUI: https://www.facebook.com/donate/1244461145903396/?fundraiser_source=external_url

Questi 3 giovani manzi e la vacca della foto, tutti di razza frisona, sono gli ultimi dei quasi 80 bovini che le Guardie Zoofile di ENPA Milano avevano sequestrato con i Carabinieri Forestali alla fine di aprile del 2019, in una Cascina di Cassina de’ Pecchi.

Il 15 luglio 2020 finalmente, tra mille difficoltà, gli ultimi animali sono stati trasferiti definitivamente in un santuario in provincia di Pavia dove passeranno il resto della loro vita in libertà e senza sfruttamento, come animali d’affezione.

Li abbiamo visti crescere perché quando la mandria è stata sequestrata loro avevano appena pochi giorni di vita e siamo riusciti ad evitare che facessero una brutta fine.

 

Per questo abbiamo pensato anche di dare a ciascuno di loro un nome: Luce, Cuore, Micky e Sudan!

Da oggi potrai adottarli a distanza: sarebbe per noi molto importante poter contare sul tuo sostegno economico. Mantenere questi animali, fra cibo e cure, come immagini ha un costo che la nostra sede si è impegnata a sostenere.

Soltanto con l’aiuto di tutti possiamo riuscire a continuare nel nostro lavoro, ogni giorno, senza fermarci MAI!

Se sei iscritto a facebook puoi partecipare alla raccolta fondi cliccando qui:

https://www.facebook.com/donate/1244461145903396/?fundraiser_source=external_url

Oppure scegli tra i quattro quello che vorresti adottare a distanza, fai subito la donazione cliccando di seguito:

 

 

o direttamente tramite bonifico bancario sull’IBAN IT79W0521601628000004460983, specificando il nome dell’adottato.

Per altri metodi di versamento visita la pagina

https://www.enpamilano.org/sostienici/donazione/

Successivamente inviaci una e-mail a adozioniadistanza@enpamilano.org  indicando il nome dell’adottato e riceverai periodicamente le loro foto!

 

 

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

Storie a lieto fine: Alba!

Alba: una gattina trovata per strada con il cordone ombelicale ancora attaccato e portata in ENPA quasi in fin di vita.
Con le cure e le attenzioni dei nostri veterinari e volontari è riuscita a sopravvivere e a trovare una casa!

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

clinica veterinaria

No ai lavori di manutenzione massiccia del verde nel periodo di riproduzione della fauna selvatica.

ALCUNE INDICAZIONI SULLA LEGISLAZIONE IN MATERIA

Durante il periodo di lockdown a causa del coronavirus molti lavori sono stati sospesi, di ogni tipo e genere.

Uno tra questi è stato quello della manutenzione ordinaria del verde, una sospensione alla quale tornando alla vita normale abbiamo sicuramente fatto caso: sui lati delle strade che abitualmente percorriamo, nei grandi giardini condominiali, in parchi e giardini pubblici che abbiamo ricominciato a frequentare abbiamo notato molte piante, siepi o alberi che hanno avuto la possibilità di crescere in maniera quasi esplosiva proprio per l’assenza di potature e sfalci.

A questo vanno aggiunti anche i lavori sospesi per la realizzazione di infrastrutture, ripresi dopo il lockdown e che vedono coinvolte aree verdi.

Ora sembra che sia scattata ovviamente una sorta di rincorsa per cercare di porre rimedio ai lavori non fatti causa COVID.

Questi interventi manutentivi, se fatti in questo periodo, entrano in contrasto con la legge che vieta la manutenzione del verde nella stagione di riproduzione della fauna selvatica che va da aprile a fine settembre.

Continuiamo a ricevere, per questo motivo, numerose proteste per interventi di manutenzione del verde, messi in atto sconsideratamente, che potrebbero causare la distruzione di nidi e tane di animali selvatici.

Vi vogliamo dare alcune indicazioni sulla legislazione in materia:

l’art.. 5 della direttiva n. 2009/147/CE sulla tutela dell’avifauna selvatica, esecutiva in Italia con la legge n. 157/1992 e s.m.i., che comporta in favore di “tutte le specie di uccelli viventi naturalmente allo stato selvatico nel territorio europeo degli Stati membri” (art. 1 della direttiva) “il divieto:

– di ucciderli o di catturarli deliberatamente con qualsiasi metodo;
– di distruggere o di danneggiare deliberatamente i nidi e le uova e di asportare i nidi;
– di raccogliere le uova nell’ambiente naturale e di detenerle anche vuote;
– di disturbarli deliberatamente in particolare durante il periodo di riproduzione e di dipendenza quando ciò abbia conseguenze significative in considerazione degli obiettivi della presente direttiva;
– di detenere le specie di cui sono vietate la caccia e la cattura”.

Il disturbo/danneggiamento/uccisione delle specie avi faunistiche in periodo della nidificazione si può integrare in eventuali estremi di reato con: artt. 544 ter del codice penale, 30, comma 1°, lettera h, della legge n. 157/1992 e s.m.i. o violazioni di carattere amministrativo art. 31 della legge n. 157/1992 e s.m.i..

Pertanto per eventuali segnalazioni in merito non esitate a contattarci scrivendo a info@enpamilano.org

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

Gattino che vagava in Viale Ortles soccorso da ENPA Milano

Nel pomeriggio di oggi alcune persone si sono subito preoccupate della sorte di questo piccolo gattino che vagava da solo sul marciapiede di Viale Ortles: per paura che finisse in strada lo hanno messo in una scatola e hanno chiamato l’ENPA di Milano.

Il piccolo micio sta bene e probabilmente è stato lasciato indietro dalla propria madre durante le operazioni di trasferimento. Solitamente quando vengono avvistati soli ancora così piccoli, bisognerebbe tentare un ricongiungimento con mamma gatta, aspettando che torni indietro a prenderlo,
ma in questo caso non c’erano condizioni tali da poterlo fare e il gattino avrebbe rischiato la vita.
Adesso sarà svezzato dai nostri volontari e successivamente dato in adozione.

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

“Cani, falchi, tigri e trafficanti – Storie di crimini contro gli animali e di persone che li combattono”

Il nuovo libro del nostro presidente

Uno spaccato su reati, mancati controlli, abusi e crimini contro gli animali.

Che parte da quando i negozi di animali, anche a Milano, vendevano tigri arrivando ai giorni nostri e ai motivi per i quali si diffondono virus pericolosi per l’uomo. Raccontando anche operazioni che hanno visto protagonista la nostra sezione.

A partire dal 7 luglio in tutte le librerie

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

I consigli di ENPA Milano per proteggere i pets dal caldo

Category : Consigli stagionali , News

A patire la canicola non sono soltanto gli uomini ma anche gli animali. Cani e gatti non “sudano” come noi e per abbassare la loro temperatura corporea (già normalmente intorno ai 38,5°) aumentano i ritmi respiratori. Pertanto si deve sempre garantire loro un luogo ombreggiato e ventilato, acqua fresca, cibo leggero e facile da digerire.
Ecco allora alcune semplici regole per garantire un’estate serena anche ai nostri animali:

1) Non “dimenticare” mai un animale incustodito dentro l’auto: in questo periodo la temperatura interna dell’abitacolo sale rapidamente, anche con i finestrini aperti, e può raggiungere fino a 70°. Lasciarli nell’abitacolo dunque è una disattenzione che può condannare l’animale a morte, mentre il proprietario rischia una denuncia penale e il sequestro dell’autoveicolo.

2) Se si dovesse notare un animale chiuso all’interno di un’automobile prestare attenzione ai sintomi tipici del colpo di calore (problemi di respirazione, spossatezza generalizzata). In questi casi un intervento immediato può salvargli la vita: se non si riuscisse a rintracciare nell’immediatezza il proprietario dell’autovettura, chiamare subito le forze dell’ordine. Fino al loro arrivo, è necessario cercare di creare dell’ombra all’interno del veicolo, sistemando ad esempio alcuni giornali sul parabrezza e, nel caso in cui i finestrini non dovessero essere completamente chiusi, versando dell’acqua all’interno per bagnare l’animale e farlo bere. In casi estremi è accaduto che cittadini abbiano rotto il finestrino dell’automobile per soccorrere il quattrozampe ed evitargli una morte atroce. Questo gesto può comportare delle conseguenze anche gravi per chi lo compie se non è dimostrato l’assoluto stato di necessità: per questo è importante essere cauti e tenere questo comportamento come ultima soluzione.

3) In caso di ipertermia (la pelle scotta, l’animale barcolla o ha difficoltà a respirare) è necessario abbassare repentinamente la temperatura corporea bagnando l’animale con acqua fresca e applicando nell’interno coscia sacchetti di ghiaccio o altri materiali refrigeranti, con la precauzione di ricoprirli sempre con del tessuto per evitare di ustionare la pelle del cane o del gatto con il ghiaccio.

4) Non costringere i cani a sforzi eccessivi. Sono assolutamente da evitare le passeggiate nelle ore più calde della giornata: oltre al colpo di calore, l’animale può scottarsi le zampe sull’asfalto arroventato. E’ indispensabile portare sempre con sé una bottiglietta di acqua e una ciotola. Da evitare anche le gare o le attività sportive.

5) I nostri animali sono soggetti alle scottature solari, specie se vengono impropriamente tosati nella stagione estiva. Fare quindi molta attenzione e chiedere sempre consiglio al veterinario prima di eseguire tosature casalinghe nei periodi più caldi dell’anno.

6) Per i pesci da acquario Enpa, seppur contraria alla cattività degli animali, ricorda a chi possiede un acquario di non esporlo mai al sole diretto, cambiando l’acqua regolarmente ed avendo cura di togliere le alghe che si formano. Chi avesse un laghetto in giardino deve riempirlo regolarmente per compensare l’evaporazione e sostituire così l’ossigeno perso. Lo stesso vale per canarini e criceti che non devono mai essere lasciati sul balcone al sole diretto; le gabbie vanno posizionate in un luogo fresco, arieggiato e ombreggiato, ricordando sempre che gli animali non convenzionali non riescono ad avere benessere nelle nostre case.

7) Attenzione a insetti e parassiti che sono tipici dell’estate: meglio applicare preventivamente un antiparassitario adatto alla specie e alla taglia. Per i cani è fondamentale prevenire le punture dei flebotomi (sono simili alle zanzare) che possono trasmettere la leishmaniosi. In commercio sono disponibili anche preparati a base di olio di Neem, potente disinfettante e antiparassitario, che non presenta alcuna controindicazione anche per i soggetti più sensibili, ma comunque fatevi sempre consigliare dal vostro veterinario che saprà indicare la scelta più opportuna, anche sulla base di una visita di controllo che è opportuno fare prima di viaggi e spostamenti. Questo discorso vale anche per i conigli e le cavie ed è necessario ispezionare attentamente ogni giorno l’animale tenere pulito il luogo in cui vivono e cambiare almeno ogni due giorni la lettiera o il fondo.

SCARICA IL PDF

 

Irene Franco

Direttore Sanitario

Clinica ENPA Milano

 

 

 

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

Piccoli esotici cercano casa

Category : News

Alla sede ENPA in questo periodo arrivano moltissimi animali, selvatici ma anche esotici smarriti o abbandonati ma mai reclamati.

Tutti gli animali selvatici italiani vengono costantemente trasferiti presso il C.R.A.S. – Centro di Recupero Animali Selvatici di Vanzago.

Gli animali esotici e i cosiddetti pets non sono accolti dai C.R.A.S. in quanto non sono specie faunistiche e, di conseguenza, restano presso ENPA Milano sino a che non arrivano adozioni anche per loro. In questo momento ci sono tre pappagallini ondulati, sette canarini e una calopsita, un coniglio, ben quaranta topini bianchi (proprio quelli da esperimento), un’iguana e un serpente (elaphe guttata), ma non dimentichiamo anche sette colombe ornamentali e una gallina.

Gli animali esotici non vanno acquistati, ma adottati. Un piccolo sforzo per trovare casa a questi “indesiderati” sarebbe un grande aiuto, per noi e per loro. Questi animali non possono star bene in una gabbia, ma oramai non hanno altro destino e voi potete fare la differenza.

Per info scrivete a adozioni@enpamilano.org inviando anche un recapito telefonico.

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

Facebook

Twitter

Archivio notizie

Iscriviti alla Newsletter

Cerca