Cani avvelenati al Parco Sempione: in realtà sono morti per il caldo

Cani avvelenati al Parco Sempione: in realtà sono morti per il caldo

Category : News

Ai primi di maggio avevamo scritto che l’avvelenamento di 20 cani al Parco Sempione di Milano, pubblicato dai media e rilanciato dai social era una gigantesca bufala, usata a fini politici. Per questo ENPA Milano fu attaccata duramente, accusata di difendere l’amministrazione e di minimizzare un fatto grave, per il quale però non c’era alcun riscontro.

Il 27 luglio il Corriere della Sera pubblica un articolo di Paola D’Amico, vero segugio, che è riuscita a ricomporre il puzzle e ha ricostruito la verità: i cani furono lasciati sotto il sole in auto dal padrone, che era al ristorante, e morirono. Così, per non ammettere la colpa, la falsa notizia dell’avvelenamento, presa al balzo dagli avversari dell’amministrazione comunale e usata con poca attenzione dai giornali, con l’esclusione del Corriere della Sera che non pubblicò una riga su questo fatto.

Il proprietario dei cani è stato denunciato per maltrattamento e uccisione di animali, grazie proprio alla testardaggine di una cronista seria e puntigliosa.

Noi abbiamo dimostrato che non bisogna avere paura di schierarsi quando si dice una ragionevole verità, anche a costo di essere insultati da chi usa i social come palestra di aggressività.

Ermanno Giudici
Presidente di ENPA Milano

 


Facebook

Twitter

Archivio notizie

Cerca