Category Archives: News

  • -

Altro gattino incastrato nel vano motore di un’auto, soccorso da ENPA Milano

A distanza di soli pochi giorni dal precedente salvataggio, un altro gattino ieri nel tardo pomeriggio è stato soccorso dagli operatori dell’ENPA: questa volta ci sono volute quasi tre ore prima di riuscire a recuperarlo dal vano motore di un’auto questa volta parcheggiata in viale D’Annunzio di fianco alla Darsena di Milano.

La vera difficoltà è stata in realtà quella di riuscire a rintracciare il proprietario della vettura, che una volta arrivato sul posto ha aperto il vano motore e ha consentito il soccorritore di catturare il piccolo micio molto agevolmente.

“Essendo quella via molto trafficata la possibilità che potesse rischiare di essere investito da un’auto in transito era molto alta” ha dichiarato il nostro soccorritore Andrea. “Ero molto preoccupato che non si riuscisse a rintracciare il proprietario perché la macchina l’avevo già avvolta nella rete elastica di sicurezza che utilizziamo in questi casi, ma dopo gli innumerevoli tentativi di metterci in contatto con il proprietario della vettura, avevo quasi perso le speranze. Si stava avvicinando il buio, quindi l’altra eventuale possibilità sarebbe stata quella chiedere l’intervento dei Vigili del Fuoco. Ma fortunatamente per il micio siamo riusciti a risolvere la situazione!”

Il gatto nonostante inizialmente sembrasse molto stressato dalla brutta avventura, successivamente si è calmato e si è fatto anche fotografare ed è stato adottato dalla segnalante!

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

  • -

Gattino nel motore salvo grazie a ENPA Milano

Ieri sera intorno alle 18 alcune persone che transitavano in via San Mansueto a Milano, hanno sentito un miagolio provenire dall’interno di un vano motore di un’auto parcheggiata. Con l’intento di attirarlo per tentare di catturarlo, hanno posizionato una ciotolina con un po’ di latte. Dopo avere aspettato qualche tempo alla fine il piccolo micio si è fatto coraggio ed è sceso dal vano motore, per cercare di bere un po’, ma, non appena una persona ha tentato di avvicinarsi per prenderlo, il micino si è spaventato ed è tornato nella parte alta del motore, senza farsi più vedere.

A quel punto per evitare di metterne a rischio l’incolumità, una delle persone che aveva assistito alla scena ha contattato l’ENPA di Milano chiedendo il loro intervento.

Una volta sul posto, l’operatore dell’Ente, ha subito posizionato una rete elastica intorno all’auto per evitare che il gatto, nel tentativo di scappare, potesse essere investito da una macchina. In seguito, grazie alla presenza della Polizia Locale è arrivato il proprietario dell’auto che ha aperto il cofano per consentire al soccorritore il recupero del cucciolo, avvenuto dopo diversi tentativi e con molta pazienza.

“Situazioni simili possono contribuire a rendere le persone più consapevoli del fatto che per un gatto il cofano di un auto possa rappresentare un nascondiglio caldo e che, per evitare di fargli male sia necessario adottare alcuni accorgimenti” spiega il presidente di ENPA Milano, Ermanno Giudici. “In casi come questo, infatti, è sempre meglio presidiare il posto e/o posizionare un cartello sull’auto dove scrivere della possibile presenza di un gatto all’interno del cofano. Un avviso lasciato a un proprietario assente può salvare al micio la vita! Inoltre, è sempre meglio telefonare subito alla Polizia Locale che avvisi gli operatori del gattile comunale oppure  richieda il supporto di associazioni come la nostra, che possano intervenire prima che venga messa in moto la macchina.”

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

  • -

Piccola volpe in difficoltà soccorsa da ENPA Milano

Category : News

Ieri nel tardo pomeriggio mentre passeggiava per le campagne della zona ovest della città di Milano, una signora ha notato che il proprio cane era attratto dalla presenza di qualcosa che si muoveva sotto un cespuglio sulla sponda di un piccolo torrente.

Ha subito richiamato il proprio cane e si è avvicinata per verificare l’eventuale presenza di un animale in difficoltà: con sua enorme sorpresa ha visto una piccola volpe rannicchiata bagnata, immobile e che faceva fatica a muoversi.

Ha provato a cercare aiuto contattando i Vigili del Fuoco ma non avendo squadre a disposizione che potessero intervenire in poco tempo ed essendo ormai tardi per un recupero dell’animale con il buio, ha portato sul posto un po’ di carne cruda per la volpe sperando di riuscire l’indomani a contattare di nuovo i soccorritori.

Solo oggi la signora è stata messa in contatto con gli operatori dell’ENPA di Milano che sono subito intervenuti recuperando l’animale proprio nello stesso punto dove era il giorno prima.

La volpe è stata dapprima trasferita presso la clinica veterinaria dell’ENPA di Milano dove è stata sottoposta a radiografia per verificare quale potesse essere il motivo della difficoltà di movimento agli arti posteriori e successivamente, una volta stabilizzata, è stata trasferita presso il CRAS di Vanzago.

Al momento è tenuta sotto osservazione e viene monitorata costantemente.

“La volpe è molto magra, segno che purtroppo è da tempo in difficoltà e che ha fatto molta fatica a procacciarsi del cibo” ha commentato Ermanno Giudici presidente di ENPA Milano. “Purtroppo, in questi casi la loro sopravvivenza dipende sempre dalla possibilità che qualcuno si accorga subito delle difficoltà dell’animale, che può essere salvato solo con un tempestivo intervento dei soccorritori. Ci auguriamo che questa volpe ce la faccia a riprendersi. Vi terremo aggiornati.”

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

  • -

Cinghiale caduto nel Naviglio Grande ucciso con una fucilata. ENPA Milano chiede chiarimenti sulle modalità di interventi

Category : News

Nella mattina di martedì 8 settembre, a seguito dell’avvistamento di due cinghiali caduti nelle acque del Naviglio Grande tra i paesi di Corsico e Trezzano sul Naviglio, sono intervenuti i Vigili del Fuoco del Nucleo Fluviale e gli agenti della Polizia Locale della Città Metropolitana di Milano.

Da quanto si apprende dagli organi di stampa che hanno riportato la notizia, uno dei due cinghiali è morto prima di essere recuperato, probabilmente a causa dell’affaticamento e nel disperato tentativo di trovare un varco lungo gli argini del Canale da dove poter raggiungere terra.

L’altro è stato abbattuto. Riprendiamo quanto riportato dal sito online Milanotoday in merito alla decisione di uccidere l’animale: “Per evitargli ulteriori inutili sofferenze e per scongiurare una minaccia alla pubblica sicurezza – afferma Città Metropolitana di Milano – gli agenti sono stati costretti ad abbatterlo, attenendosi alle disposizioni regionali.”

“Queste situazioni purtroppo non dovrebbero accadere” sottolinea Ermanno Giudici presidente di ENPA Milano “È inaccettabile che in condizioni simili non fosse presente almeno un veterinario per cercare, prima, di sedare l’animale per poi recuperarlo e portarlo a terra. Chiediamo che siano date delle spiegazioni su quanto realmente accaduto che spieghino perché è stato deciso di intervenire con questa modalità, in piena città. Potevano essere adottati mezzi meno cruenti soprattutto per l’animale, ma anche per la presenza di tutte quelle persone, costrette ad assistere a un pessimo epilogo.

Non è infatti la prima volta che per recuperare animali caduti nelle acque dei Navigli, e sulla fauna di grande dimensione in generale, si evidenzi una grave carenza di personale e mezzi di intervento idonei: episodi che nell’area della Metropolitana Milanese non dovrebbero accadere. È necessario che le Istituzioni prendano subito in esame la necessità di dotarsi di un protocollo di intervento che possa trovare una rapida attivazione in casi come questi, creando le sinergie necessarie fra Vigili del Fuoco, che fanno sempre del loro meglio, Polizia Metropolitana e un veterinario.”

Ecco quanto riportato da una segnalante presente sul posto e che ci ha comunicato quanto accaduto: “Erano presenti agenti della Polizia Locale, Carabinieri e Sommozzatori del Nucleo Fluviale dei Vigili del Fuoco al tentativo di salvataggio dell’animale, ma improvvisamente si è sentito uno sparo molto forte e presumiamo l’abbiano abbattuto, davanti a tutte le persone che assistevano e guardavano questa scena terribile, adulti e bambini. Qualcuno dei presenti ha cominciato a urlare, a chiedere spiegazioni, ma nessuno dei soccorritori ha risposto. Potevano imbragarlo e tirarlo su senza necessariamente ucciderlo. Vorrei che fosse fatta chiarezza su questa cosa.”

ENPA Milano confida in un rapido chiarimento da parte delle Autorità competenti.

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

  • -

Cinghiale caduto nel Naviglio ucciso con una fucilata: ENPA Milano chiede spiegazioni!

ENPA Milano chiede che siano date delle spiegazioni su quanto accaduto questa mattina, quando un cinghiale caduto nelle acque del Naviglio Grande è stato abbattuto con una fucilata.

“Erano presenti agenti della Polizia Locale, Carabinieri e Sommozzatori del Nucleo Fluviale dei Vigili del Fuoco al tentativo di salvataggio dell’animale, ma improvvisamente si è sentito uno sparo molto forte e presumiamo l’abbiano abbattuto, davanti a tutte le persone che assistevano e guardavano questa scena terribile, adulti e bambini” È questo il racconto di una delle persone presenti al momento sul posto. Il suo racconto continua così “Qualcuno dei presenti ha cominciato a urlare, a chiedere spiegazioni, ma nessuno dei soccorritori ha risposto. Potevano imbragarlo e tirarlo su senza necessariamente ucciderlo. Vorrei che fosse fatta chiarezza su questa cosa.”

“Queste situazioni purtroppo non dovrebbero accadere” sottolinea Ermanno Giudici presidente di ENPA Milano “E’ inaccettabile che in condizioni simili non fosse presente almeno un veterinario per cercare di sedare prima l’animale per poi recuperarlo e portarlo a terra. Vogliamo che ci vengano date delle spiegazioni su quanto realmente accaduto e capire perché è stato deciso di intervenire con questa modalità, in pieno centro cittadino. Potevano essere adottati mezzi meno cruenti soprattutto per l’animale, ma anche per la presenza di tutte quelle persone, costrette ad assistere a un pessimo epilogo. C’è necessità che, in caso di intervento su fauna selvatica di grandi dimensioni, vi sia una sinergia operativa rapida fra Vigili del Fuoco, che fanno sempre del loro meglio, Polizia Metropolitana e un veterinario.”

Inizialmente i cinghiali caduti nel Naviglio erano due e forse erano le 6 del mattino quando questo è avvenuto. Nell’inutile tentativo di uscire da solo dalle acque uno dei due è morto probabilmente per un infarto, per lo sforzo immane che ha dovuto compiere per cercare di risalire gli argini in quel punto troppo alti.

 

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

  • -

Soccorsa da un passante una quaglia cinese e portata in ENPA, adesso cerca adozione.

Questa quaglia cinese è stata trovata alla fine di via Rho a Milano, vicino ad alcuni orti.

La persona che l’ha vista camminare lungo la strada senza involarsi, ha notato che il pennuto aveva una colorazione un po’ particolare e si è avvicinato per capire meglio che uccello fosse.

Mentre l’animale spaventato cercava di scappare, il segnalante ha notato che l’uccello zoppicava leggermente.

Per evitare che venisse investito da un’auto, l’ha recuperato e portato presso la nostra sede dell’ENPA.

Queste quaglie, che essendo animali esotici possono essere tenute senza problemi, sono spesso utilizzate per addestrare i cani da caccia all’individuazione della selvaggina. Facendo spesso una brutta fine. Quindi è più che probabile che il povero animale sia riuscito a scappare da una situazione di pericolo in cui era stata messa dall’uomo.

Quindi è stato un giorno fortunato per questa quaglia: cerchiamo per lei un’adozione che le consenta di stare in una voliera abbastanza grande, dove possa vivere in cattività non essendo liberabile. Vediamo se riusciamo ad aggiungere ancora un pizzico di fortuna per lei.

Per informazioni scrivere a: adozioni@enpamilano.org

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

  • -

ENPA Milano: 5 piccoli ricci salvati vicino a Carugate

Category : News

Questi 5 cuccioli di riccio sono stati trovati questa mattina vicino a una scuola abbandonata in zona Carugate.

La segnalante prima di recuperarli si è consultata telefonicamente con i nostri operatori e seguendo le istruzioni ricevute, ha tenuto sotto controllo la loro situazione, verificando che non ci fossero pericoli per
loro e monitorando per un po’ di tempo un possibile ricongiungimento con la mamma.

“Prima di intervenire e recuperare cuccioli di qualsiasi specie è sempre meglio chiedere consiglio a una associazione di volontariato come la nostra” ha dichiarato Ermanno Giudici presidente di ENPA Milano. “Spesso un intervento impulsivo può causare un distacco prematuro dalle cure parentali della madre che in realtà si aggira nei paraggi ed è soltanto in cerca di cibo.

Oggi la segnalante, dopo aver correttamente aspettato, è intervenuta per salvare i piccoli. Un’assenza prolungata della mamma avrebbe potuto mettere, infatti, a rischio la loro vita!
I cuccioli sono stati recuperati e portati presso la nostra sede dove sono stati affidati alle cure dei nostri veterinari e volontari.”

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

Salvataggi quotidiani: 3 cuccioli di ricco e 2 di ghiro

Category : News

Questi tre cuccioli di riccio sono stati trovati su un marciapiede di Cormano, di fianco ad un’area giochi per bambini: il segnalante che li ha visti ci ha subito chiamato e li ha portati presso la nostra sede.

Anche i due piccoli di ghiro sono stati portati presso la sede da chi li ha trovati: unica differenza con i ricci è che loro sono caduti da un’intercapedine del soffitto di un appartamento di corte di Cinisello direttamente dentro la doccia!

Nonostante la notevole altezza da cui sono caduti, fortunatamente non si sono fatti nulla.

Stanno tutti bene e sono stati trasferiti tutti al CRAS di Vanzago.

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

31 luglio 2020, h 12.00: diretta Facebook “Dieta del cane e del gatto, consigli utili per una corretta alimentazione”

Category : News

Un nuovo appuntamento con i veterinari della Clinica di ENPA Milano.
Questa volta Natascha Lusenti, conduttrice radio e tv, giornalista e scrittrice, incontrerà Federica Gilberti, medico veterinario della Clinica dell’ENPA di Milano e parleranno di “Dieta del cane e del gatto, consigli utili per una corretta alimentazione”.
Appuntamento a venerdì 31 luglio 2020 alle ore 12, non mancate!

www.clinicaenpami.org

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

Gattino nel vano motore di auto salvo grazie a ENPA Milano

Questo gattino, che si era infilato nel vano motore di un’auto parcheggiata in via Cerano all’angolo con via Voghera, è stato catturato dall’operatore dell’ENPA in poco più di 20 minuti.

Dopo aver posizionato la rete intorno alla vettura per evitare che il gatto potesse scappare è stato rintracciato il proprietario della vettura che si è subito recato sul posto.

A questo punto il nostro soccorritore ha aperto il cofano e messo in salvo il il micio che successivamente è stato trasferito presso la sede della Clinica Veterinaria dell’ENPA di Milano. Al momento sembra che abbia già trovato adozione, da parte di un cittadino che vive nella zona del ritrovamento.

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

Facebook

Twitter

Archivio notizie

Iscriviti alla Newsletter

Cerca