Category Archives: News

  • -
nina 1

L’emozionante appello di Cinzia e Ginevra per l’adozione di Nina

Category : News

Di seguito vogliamo condividere il testo ricevuto da Cinzia e Ginevra su Nina, che sta cercando una nuova casa:

 

Nina

(detta anche …. Ninetta, cicciottina, patatina …..)

Qualcuno ha scritto: “I gatti occupano gli spazi vuoti del mondo umano”, una frase che ho fatto mia e che mi sono tatuata in modo indelebile sul mio corpo.

La “Ninetta” è proprio questo.

Chiunque dovesse adottarla avrà la fortuna e il privilegio di aver occupato uno dei suoi spazi vuoti.

Io e mia figlia abbiamo avuto la fortuna di avere la “Ninetta” in affido per sette mesi e quando è arrivato il momento di doverla riportare all’ENPA nei nostri cuori si è formata una ferita che rimarrà sempre aperta.

La “Ninetta” è una micia non vedente e questa sua condizione fa sì che ci voglia un po’ più di tempo rispetto agli altri mici all’adattamento in un ambiente nuovo e a persone nuove.

Bisogna essere molto pazienti, aspettare i suoi tempi ma vi assicuro che la pazienza dimostrata verrà ricompensata dalla dolcezza di questa morbida gattona.

Vi chiederete: “perché’, dopo tutto quello che ha scritto sulla “Ninetta” l’ha riportata all’ENPA?”

Il perché’ è che la “Ninetta” non può stare con altri gatti (ne abbiamo altri due) e anche se ci abbiamo provato con tutte le nostre forze abbiamo dovuto arrenderci.

Non vorremmo che Nina passi tutta la sua vita da sola in una stanza dell’ENPA, nonostante siamo consapevoli del fatto che tutti gli operatori e i volontari che ogni giorno si occupano di tanti pelosetti siano meravigliosi, e per questo motivo spero che le mie parole in qualche modo arrivino al cuore di una persona che voglia ……….“occupare uno dei suoi spazi vuoti”.

Grazie

Cinzia e Ginevra

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestPrint this page

  • -
gatto web

Recuperato gattino nel vano motore di auto. Cigno soccorso, presto liberato sui Navigli

Alcuni passanti, questa mattina intorno alle 11, dopo aver sentito il miagolio di un gatto provenire dal vano motore di un’auto in sosta in Corso di Porta Romana all’altezza del civico 128, hanno subito chiesto l’intervento degli operatori del pronto soccorso per animali di ENPA Milano.

Il gatto era stato già visto una volta uscire spaventato da una vettura in sosta per poi correre a rifugiarsi nuovamente nel vano motore di un’altra auto adiacente.

L’ultima volta i segnalanti lo avevano sentito miagolare intorno alle 11:30, poco prima che i soccorritori arrivassero sul posto.

“Per poter intervenire, in questi casi, è necessario mettersi in contatto con il proprietario della macchina perché possa aprire il cofano e consentire agli operatori di individuare e recuperare il gatto” ha dichiarato Ermanno Giudici, presidente ENPA Milano “Quando questo non è possibile è necessario che intervenga la Polizia Locale, che nonostante i ripetuti solleciti da parte di ENPA, non ha potuto inviare nessuna pattuglia a supporto perché tutte impegnate in altri servizi.”

 

“Dal momento del nostro arrivo intorno alle 12 e fino alle 14.30 il gatto, nonostante i ripetuti richiami, non siamo mai riusciti a sentirlo” ha raccontato l’operatrice Pamela di ENPA Milano “ma la fortuna ha voluto che, in attesa dell’arrivo della Polizia Locale, il proprietario di un’altra auto, che non era la stessa dove pensavamo fosse il gatto, abbia aperto la sua macchina per andare via. A quel punto ho chiesto a questo automobilista se fosse stato così cortese da farmi dare un’occhiata all’interno del suo cofano, giusto per avere la certezza che il gattino non fosse sfuggito agli occhi attenti delle persone che lo tenevano sotto controllo sin dal mattino.  Con mia grande gioia ho visto che era rifugiato proprio lì! Una fortuna che mi ha fatto provare un’emozione fortissima, perché se non avessi chiesto a quel signore di farmi vedere dentro la sua auto, sarebbe finita davvero male per quel povero micio!”.

Venerdì scorso invece, i nostri operatori hanno ricevuto una richiesta di intervento da parte di alcune persone che avevano riferito di aver visto uno dei due cigni che solitamente stazionano in Darsena camminare con una leggera zoppia alla zampa destra.

Nonostante al momento dell’arrivo sul posto gli operatori di ENPA Milano vedessero la coppia di cigni in acqua è stato richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco per cercare di recuperare l’animale. Una volta catturato il cigno è stato prima portato presso la clinica di ENPA Milano e successivamente trasferito al CRAS di Vanzago, dove non sono state riscontrate da parte dei veterinari fratture alla zampa.

Venerdì prossimo, quindi, dopo ancora qualche giorno di osservazione, verrà riportato sui Navigli e potrà finalmente ricongiungersi con il suo compagno rimasto nel frattempo solo.

 

 

È vietata la riproduzione delle foto.

Per foto: www.agenziafotogramma.it

 

 

 

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestPrint this page

  • -
immagine di copertina

25 novembre ENPA Milano Christmas day

State già pensando ai regali di Natale?

Sabato 25 novembre dalle 10:00 alle 18:00

i nostri volontari ti aspettano in via Gassendi 11 a Milano presso la nostra sede ENPA: potrai scegliere i tuoi regali di Natale tra tanti nuovi gadget e sostenere le attività di soccorso agli animali della sezione di ENPA Milano.

Segui tutti gli aggiornamenti sulla pagina facebook dell’evento: CLICCA QUI 

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestPrint this page

  • -
poiana web 2

Poiana ferita da pallini da cacciatore recuperata viva e consegnata a ENPA Milano

Category : News

Nel tardo pomeriggio di ieri alcuni condomini di via via L. B. Alberti 8/c a Cinisello Balsamo, hanno visto muoversi qualcosa in mezzo al roseto presente nello spartitraffico davanti alla propria abitazione. Incuriositi e avendo immaginato che potesse esserci un animale in pericolo, vista la situazione alquanto difficoltosa in cui si trovava, si sono avvicinati, così hanno potuto vedere una poiana a terra, come se fosse rimasta intrappolata all’interno del roseto.

A quel punto hanno subito avvisato telefonicamente un loro coinquilino, Giuliano, una Guardia Ecologica Volontaria del Parco Nord di Milano, per capire come agire al meglio con il rapace. La GEV si è subito portata sul posto, ha catturato l’animale che aveva evidenti difficoltà di movimento e lo ha consegnato agli operatori di ENPA Milano in via Gassendi.

Durante la visita i veterinari riscontravano un problema all’ala sinistra. Per un ulteriore accertamento diagnostico è stata eseguita una radiografia che ha evidenziato la presenza di 4 pallini sparati da caccia: due erano presenti in un’ala dove hanno provocato una frattura, uno nel becco e il quarto alla base del cranio.

“Deve aver fatto molta strada prima di arrivare fin qui” ha dichiarato il sig. Giuliano “Noi abitiamo praticamente in centro a Cinisello e qui vicino non mi risulta ci siano zone di caccia. Mi spiace molto per l’animale e spero si riesca a riprendere. Partecipo ogni anno alla liberazione dei rapaci che viene organizzata al CRAS di Vanzago e spero di poterlo ritrovare tra quelli che ce l’hanno fatta. Vedere questi animali librarsi in aria dopo che per traumi o ferite sono stati costretti per un lungo periodo a stare in gabbia, è un’emozione fortissima!”.

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestPrint this page

  • -
cuccioli cane 1

Cuccioli di cane abbandonati a Rho in una scatola, trovati e portati in ENPA da due ragazzi.

Questi 5 bellissimi cuccioli di cane sono stati trovati ieri sera da due studenti all’interno di uno scatolone lungo un viale del rione Pantanedo di Rho.

Una volta recuperati, i ragazzi hanno messo una bottiglia di acqua calda per cercare di scaldarli e con i mezzi pubblici si sono recati presso la nostra sede ENPA su consiglio di una loro amica. Una volta arrivati presso la clinica, i cuccioli sono stati visitati dai nostri veterinari.

 

 

Stanno tutti bene e la loro età può essere stimata intorno ai 15 giorni.

Saranno trasferiti presto presso un’altra struttura rifugio per tutto il periodo dello svezzamento e successivamente potranno essere adottati.

“Era da un po’ di tempo che non accadeva un episodio simile in Milano” ha dichiarato Ermanno Giudici Presidente ENPA Milano “queste situazioni limite devono però aiutarci a riflettere sul perché la sterilizzazione dei cani e dei gatti è così importante, oltre che per la lotta al randagismo, anche per evitare cucciolate di animali di proprietà.

E al di là di questo ricordiamo che non bisogna mai prendere una decisione simile che poteva avere conseguenze drammatiche per i cagnolini oltre che penali per chi li ha abbandonati.

Ci sono comportamenti più intelligenti e civili da mettere in atto prima di abbandonare degli animali, come contattare strutture che possano consigliare come gestire al meglio la situazione”.

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestPrint this page

  • -
scelta 8

7 e 8 ottobre: Giornata degli animali

Domani, sabato 7 e domenica 8 ottobre venite a trovarci a Milano in Corso Vercelli (all’angolo tra via Cimarosa e via Giovio), in Corso Vittorio Emanuele all’angolo con piazza San Babila oppure in Largo La Foppa, piazzetta Vergani.

In cambio di una offerta minima di 5 euro riceverete in omaggio il nuovo portachiavi dell’ENPA.

Ma non solo, potrete sostenere le attività istituzionali dell’ENPA di Milano scegliendo anche tra altri bellissimi gadget presenti agli stand.

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestPrint this page

  • -
RECUPERO DA PARTE DEI VIGILI DEL FUOCO E ENPA DI UNA VOLPE RINTANATA SULLA SPONDA DEL NAVIGLIO MARTESANA

Volpe in Martesana salva grazie a VVF e ENPA Milano

È stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco e dei soccorritori di ENPA Milano per salvare la volpe che questa mattina è stata avvistata da alcuni passanti a Vimodrone, ferma immobile in una fenditura creatasi lungo le sponde del Naviglio Martesana.

 

Vista la posizione e la particolare situazione in cui si trovava l’ipotesi è che l’animale possa essere dapprima caduto in acqua e, successivamente, sia riuscito a risalire la sponda del Naviglio grazie alla fenditura creatasi in un pezzo dell’argine: un piccolo tratto che le ha salvato la vita.

Senza l’intervento del nucleo sommozzatori dei Vigili del Fuoco e degli operatori di ENPA Milano, la volpe non avrebbe potuto in alcun modo risalire gli argini, se non tuffandosi nuovamente in acqua dovendo sperare di trovare una sponda più bassa lungo il Naviglio da cui risalire a terra.

“Alcune volte gli animali selvatici si trovano in grosse difficoltà a causa di situazioni impreviste, come una sponda troppo scivolosa o cedevole oppure, cosa da non escludere, perché inseguiti dai cani dei cacciatori” ha dichiarato Ermanno Giudici, Presidente di ENPA Milano “Sembra che qualcuno avesse visto la volpe in quella posizione già da ieri, pensando che la volpe non fosse in reale pericolo, ma non è così specie in un canale dalle sponde verticali di cemento. Grazie all’attenzione invece di cittadini più attenti questa mattina siamo riusciti ad intervenire e trarre in salvo la volpe”.

Una volta catturata, la volpe è stata trasferita al CRAS di Vanzago per accertamenti.

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestPrint this page

  • -
IMG_9823

I fantastici 4!

Category : News

Durante questa estate, questi splendidi cuccioli che oggi hanno circa 3/4 mesi, sono stati soccorsi e curati dai nostri operatori e dai nostri veterinari.

4 gatti con 4 storie diverse alle spalle.

 

Adesso stanno tutti bene e sono ormai praticamente pronti per l’adozione!

Tra pochissimi giorni li troverete sul nostro sito, sotto la pagina “Gatti da adottare”.

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestPrint this page

  • -
cincilla 6

Pensavano fosse uno scoiattolo e invece era un cincillà

Category : News

Quando alcuni passanti lo hanno visto aggirarsi pericolosamente per via Imbonati a Milano hanno pensato che fosse uno scoiattolo e, per evitargli una brutta fine, lo hanno catturato e consegnato in una scatola agli agenti della Polizia Locale.

Soltanto quando è stato affidato successivamente a ENPA Milano, presso la sede di via Gassendi 11, gli operatori si sono accorti che in realtà questo piccolo roditore non era uno scoiattolo bensì un cincillà, un animale originario dell’America Latina e più precisamente della zona delle Ande. Il cincillà ha purtroppo la particolarità di somigliare a un piccolo peluche ed è diventato, suo malgrado, un oggetto del desiderio di molti bambini quando viene visto in vetrina in vendita nei negozi di animali.

Però in verità questo roditore non è molto socievole e quindi spesso, dopo averlo acquistato, ci si accorge che quello che si sperava potesse diventare un simpatico giocattolo da compagnia per i propri figli, diventa invece un animale impegnativo e “ingombrante”.

Così rischia di essere abbandonato in strada, come probabilmente è successo a lui salvo che non sia stato smarrito da un proprietario distratto. Se interessati all’adozione, scrivete a adozioni@enpamilano.org

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestPrint this page

  • -
gatto 1

Gatto cieco e anziano salvo grazie a ENPA e Vigili del Fuoco

Category : News

Domenica scorsa grazie all’intervento dei soccorritori di ENPA Milano e dei Vigili del Fuoco, è stato recuperato questo gatto anziano e cieco, all’interno di una casa di corte disabitata e pericolante a Parabiago.

Secondo il racconto della segnalante che domenica ha chiesto telefonicamente l’intervento dei volontari di ENPA, la presenza del gatto era già stata avvertita da almeno un paio di giorni in quanto sentivano dei forti miagolii provenire proprio dall’interno della abitazione.

 

Una volta sul posto, gli operatori hanno chiesto l’intervento dei vigili del fuoco per poter entrare nella casa dato lo stato fatiscente dello stabile e avendo accertato la presenza dell’animale che si sentiva ancora miagolare.

Il gatto, palesemente spaventato durante le fasi di recupero non avendo la possibilità di capire cosa stesse succedendo intorno a lui essendo appunto cieco, è stato trasferito presso la clinica ENPA di Milano dove è tenuto al momento sotto osservazione da parte dei medici veterinari.

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestPrint this page

I prossimi eventi

Facebook

Twitter

Archivio notizie

Cerca