Serpente esotico di 1 metro e mezzo recuperato in un centro sportivo

Serpente esotico di 1 metro e mezzo recuperato in un centro sportivo

Category : News

Alle 19:00 di ieri 10 giugno, i frequentatori del centro sportivo Pavesi di via De Lemene, in zona Monte Stella a Milano, si sono trovati davanti un serpente di circa un 1 metro e mezzo che strisciava sulle scale presenti all’interno del complesso e entrava nel bagno passando sotto la porta.

Lo stupore e lo spavento dei presenti non hanno impedito di scattare velocemente delle foto con il telefonino e inviarle all’ENPA di Milano chiedendo contestualmente l’intervento degli operatori per recuperare il rettile.

Vista la vicinanza del centro sportivo alla sede ENPA di via Gassendi 11 a Milano, dopo solo 10 minuti dalla richiesta di intervento, gli operatori sono arrivati sul posto e sono entrati nel bagno dove il serpente si era rifugiato spaventato probabilmente dalla presenza di tante persone. Una volta entrato nel bagno, soltanto la prontezza dell’operatore nel chiudere l’asse del wc ha evitato che il serpente potesse scappare attraverso lo scarico, cosa che avrebbe messo a serio rischio la vita dell’animale e reso impossibile il suo immediato recupero. Il rettile è stato identificato come un elaphe taeniura, notoriamente mordace e molto reattivo ma assolutamente non velenoso e così l’operatore con molta cautela lo ha potuto recuperare.

“Quando ci si trova davanti a serpenti come questi è molto difficile riuscire a identificare subito la specie” ha dichiarato Ermanno Giudici presidente ENPA Milano “data l’enorme varietà di esotici purtroppo attualmente in commercio. Negli ultimi mesi come è noto, sono stati molti gli interventi da parte di ENPA di Milano per recuperare serpenti e il problema della loro detenzione presso le nostre strutture aumenta sempre più, non esistendo un centro di recupero specifico per rettili. La nostra sede tra l’altro in questo periodo ha un carico di lavoro maggiore rispetto agli altri periodi dell’anno per il grande afflusso di animali, legato al periodo riproduttivo ed al fatto che molti cuccioli si possono trovare in difficoltà per diversi motivi.

I continui appelli fatti da ENPA speriamo possano contribuire a sensibilizzare le istituzioni perché si prendano seri provvedimenti sul commercio degli animali, problema sul quale molti lucrano lasciando che i costi di gestione degli abbandoni restino in capo alla collettività. Ricordiamo che abbandonare un animale esotico abituato alla cattività significa spesso causarne la morte per inedia e che, comunque, abbandonare animali è un reato penalmente perseguibile. Se questo esemplare fosse sfuggito al controllo del proprietario fuggendo dalla sua teca lo invitiamo a mettersi in contatto con la nostra sede chiamando lo 0297064220 oppure mandando una mail a info@enpamilano.org

 


Facebook

Twitter

Archivio notizie

Cerca