Ophelia

  • -

Ophelia

Sesso: Femmina sterilizzata

Data di nascita: 01/01/2013

Data di ingresso in ENPA: 03/11/2019

Storia:

Gli occhi di Ophelia, oggi, sono pieni di vita ma quando una fredda sera del mese di novembre del 2019 arrivò nella nostra sede non immaginavamo nemmeno potesse superare la notte.
Ophelia venne trovata sul bordo di una strada, incapace di muoversi, e in grave stato ipotermico. L’unica cosa che riusciva a fare era miagolare più forte che poteva nella speranza che qualcuno potesse sentirla. Fortunatamente la Signora Irene si accorse di lei e resasi conto della situazione non esitò a soccorrerla.
Una volta arrivata i nostri veterinari hanno fatto tutto il possibile per curarla. Ci è voluto tempo ma ora Ophelia è la gatta stupenda che potete vedere nelle foto e aspetta solo una famiglia che la possa accogliere per iniziare una nuova vita.

 

Carattere e famiglia ideale: è una gatta ben socializzata con gli umani ma che non tollera i suoi simili, quindi l’ideale è trovare una nuova famiglia che non abbia già altri gatti.

.

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

Storie a lieto fine: Alba!

Alba: una gattina trovata per strada con il cordone ombelicale ancora attaccato e portata in ENPA quasi in fin di vita.
Con le cure e le attenzioni dei nostri veterinari e volontari è riuscita a sopravvivere e a trovare una casa!

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

  • -

Radio DJ – Animal House – Intervista Ermanno Giudici Presidente ENPA Milano

Durante la trasmissione Animal House andata in onda domenica 16 dicembre su Radio DJ, Paolo Menegatti e Dunia Rahwan hanno intervistato Ermanno Giudici presidente di ENPA Milano.
Gli animali vanno adottati in maniera consapevole, responsabilmente.
Non regalate aniimali, neanche a Natale e soprattutto non comprateli.
“Bisogna adottare animali non regalare vite vendute, se non si vuole dare un messaggio sbagliato, senza valori.
I motivi sono davvero tanti, cominciando dall’adagio sempre attuale “facili doni, facili abbandoni”. Ma non è soltanto questo il punto.
Le strutture di accoglienza, pubbliche o private, sono strapiene di animali non voluti, costretti a vivere una vita che non è quella che meritano. Esseri senza colpa, tenuti segregati per scelte umane sbagliate.
Resta poi quello che dovrebbe essere ritenuto un disvalore: comprare una vita, sapendo che spesso dietro questo acquisto si possono nascondere maltrattamenti e sofferenza. E questo non riguarda solo i cuccioli della tratta dei cani dall’Est.” (tratto da www.ilpattotradito.it )
.
.
.
#AdoptDontShop
#Adozioni

Se ti è piaciuto questo post condividilo con i tuoi amici!

Facebook

Twitter

Archivio notizie

Iscriviti alla Newsletter

Cerca