Bisogna naturalizzare le aree abbandonate per creare oasi per gli animali

  • -

Bisogna naturalizzare le aree abbandonate per creare oasi per gli animali

Milano ha bisogno di tutelare le ultime grandi estensioni verdi che possiede, come la Piazza d’Armi dietro la Caserma Perruchetti, la Goccia, che comprende l’area degli ex gasometri in Bovisa, e gli scali ferroviari che saranno dismessi presto, a cominciare dallo scalo Farini.

Abbiamo bisogno di difendere il suolo, di naturalizzare alcune aree per agevolare l’insediamento della fauna in città e per creare oasi di rifugio sia per gli animali che per i cittadini. Milano è piena di aree costruite abbandonate, di cantieri fermi e non ha certo bisogno di consumare suolo, nel caso fossero necessarie nuove costruzioni.

La nostra sede si sta interessando ai progetti della Goccia, chiedendo al Comune di Milano di fare una valutazione complessiva dell’intera superficie, smettendo di guardare le grandi aree per lotti distinti. Vogliamo essere con i cittadini i protagonisti di un inversione di tendenza, di rispetto dei ruoli ma anche delle scelte di cittadini e associazioni.

Siamo molto contenti che anche all’interno del Consiglio Comunale di Milano si stia sviluppando uno schieramento trasversale che vuol dire basta alla cementificazione del territorio, al consumo di suolo e a pretende una diversa gestione degli spazi verdi.

Associazioni e cittadini, uniti, devono riprendere la voglia di essere componenti attive di Milano e della grande città metropolitana che sarà a breve.

Ermanno Giudici
Presidente ENPA Milano


Facebook

Twitter

Archivio notizie

Cerca