Gattino intrappolato nel motore di un’auto, recuperato dopo 16 ore da ENPA e Vigili del Fuoco

  • -

Gattino intrappolato nel motore di un’auto, recuperato dopo 16 ore da ENPA e Vigili del Fuoco

La prima segnalazione della possibile presenza di un gatto nel vano motore di un’auto parcheggiata in via Tabacchi a Milano, è arrivata al centralino dell’ENPA ieri sera intorno alle 23:50: le due operatrici volontarie dell’associazione, ancora in servizio, che hanno ricevuto la richiesta di intervento, si sono recate sul posto per iniziare le prime fasi di recupero del gattino.

Nonostante i numerosi tentativi, alle 2:30 di questa mattina le volontarie hanno sospeso l’intervento ed hanno avvolto l’auto con una rete, in maniera tale che il gatto non potesse fuggire facendo perdere le tracce, infilandosi in un’altra delle vetture parcheggiate nelle immediate vicinanze.

Questa mattina, quando sono riprese le operazioni con una nuova squadra di soccorsi dell’associazione, è stato finalmente rintracciato il proprietario dell’auto e, insieme ai Vigili del Fuoco, è stato effettuato il recupero del micio, riuscendo ad evitare il peggio, anche per l’avvicinarsi delle ore più calde della giornata.

“Un vero e proprio lavoro di squadra che ha portato a un risultato positivo, come spesso accade in queste circostanze. Il cucciolo ha rischiato di finire stritolato nelle parti in movimento del motore dell’autovettura” ha commentato Ermanno Giudici presidente di ENPA Milano. “In questo periodo è ancora molto frequente che ci siano cucciolate e quando durante la notte scende la temperatura i piccoli cercano il calore nel vano motore delle macchine parcheggiate da poco.

Se fortunatamente qualcuno si accorge della loro presenza prima che possa essere messa in moto l’auto, si riesce a evitare il peggio. In queste circostanze è necessario contattare subito la Polizia Local, mettendo un cartello sul parabrezza per avvisare il proprietario della macchina della presenza del gatto pregandolo di non accendere il motore per alcun motivo”.

 

È vietata la riproduzione non autorizzata delle foto.

Per foto: www.agenziafotogramma.it


  • -

Charlie

Sesso: maschio sterilizzato

Data di nascita: 1 gennaio 2010

Data di ingresso in ENPA: 16 luglio 2018

Mantello: siamese

Storia: Charlie era probabilmente  abituato a stare in casa, con la sua famiglia: infatti chi lo ha visto per la prima volta aggirarsi in strada vicino alla propria abitazione, ha notato che socializzava facilmente e che si faceva avvicinare senza problemi. Ha così iniziato a prendersi cura di lui, dandogli acqua e cibo e pensando che presto avrebbe ritrovato la via di casa.

Ma un giorno si è accorto che il gatto faceva molta fatica a masticare e ha contattato la nostra sede.

I nostri operatori si sono recati sul posto e, verificato lo stato di salute del gatto, lo hanno trasferito presso la nostra clinica per le cure del caso. Adesso, dopo le varie terapie, è guarito e attende una nuova famiglia che possa accoglierlo.

Carattere: è un gatto che avrà all’incirca una decina di anni, in buona salute e dal carattere molto socievole. Al momento non è ancora stato testato il suo comportamento con altri gatti.

Famiglia ideale: non dovrebbe aver problemi a inserirsi in un nuovo contesto.
Al momento non sappiamo ancora se è socievole con i suoi simili ma sarà valutato al più presto durante la sua permanenza presso la nostra sede.

Adotta


  • -

Yoshi e Marvin

Sesso: 2 maschi

Data di nascita: 7 dicembre 2017

Data di ingresso in ENPA: 16 dicembre 2017

Mantello: grigio tigrato e bianco tigrato

Storia: erano 3 fratelli di circa 2 settimane di vita, trovati di fianco al locale pattumiera del cortile condominiale.

Probabilmente erano nati nel locale lavanderia e dopo che qualcuno li aveva spostati visto che nel condominio non era consentita la presenza di animali randagi, la mamma non è più tornata dai suoi piccoli.

Carattere: socievoli sia con gli umani che con gli altri gatti, sono molto intraprendenti e vivaci.

Famiglia ideale: vista la loro vivacità e visto che sono fratelli si cerca adozione di coppia cosicché possano tenersi compagnia, magari in una famiglia con bambini/ragazzi che abbiano voglia e tempo di giocare con loro.

Adotta


  • -

Margot

Sesso: Femmina

Data di nascita: 14 agosto 2017

Data di ingresso in ENPA: 30 agosto 2017

Mantello: grigio tigrato

Storia: è stata trovata dai segnalanti, dentro una scatola, nel proprio cortile condominiale. Aveva appena 10 gg e gli occhi erano già aperti. All’inizio soffriva di seri problemi respiratori, ma grazie alle cure dei nostri veterinari e della volontaria che l’ha svezzata, si è ripresa ottimamente.

Carattere: : con gli umani è una gatta molto timida e schiva all’inizio ma una volta che impara a conoscere le persone è molto dolce. Ha un carattere tranquillo e gioca volentieri. Molto socievole ed equilibrata con gli altri gatti.

 

Famiglia ideale: per lei cerchiamo una famiglia che sappia rispettare i suoi tempi di inserimento, abbia tempo da dedicarle per conquistare la sua fiducia. Possibile la convivenza con altri gatti se di carattere mite.

Adotta


  • -

Zara

Sesso: Femmina

Data di nascita: 20 marzo 2018

Data di ingresso in ENPA: 4 giugno 2018

Mantello: grigio tigrato

Storia: il 4 giugno un cittadino aveva sentito un forte miagolio provenire dal vano motore di un’auto in sosta in via Zurigo a Milano.  Una volta segnalata la situazione al nostro pronto soccorso, gli operatori si sono recati sul posto e, per evitare che il gatto potesse fuggire rischiando di farsi male, in attesa che arrivasse la proprietaria, hanno chiuso tutte le possibili vie di fughe con una rete avvolgendo la macchina. Soltanto una volta arrivata la proprietaria è stato possibile aprire il cofano e, con molta fatica, prelevare il gattino dal vano motore.

Carattere: sembra inizialmente timida, ma la si conquista facilmente con il gioco. Una volta presa confidenza si dimostra molto vivace.

Famiglia ideale: sarebbbe meglio riuscire a trovare una famiglia con bambini non troppo piccoli, in modo che siano in grado di comprendere come relazionarsi in modo corretto con il gatto .

Adotta


  • -

Gattino incastrato nel vano motore di auto in sosta liberato da ENPA Milano, Polizia Locale e Vigili del Fuoco dopo 5 ore di lavoro

Oggi pomeriggio ci sono volute quasi 5 ore di lavoro da parte di ENPA Milano, Polizia Locale e Vigili del Fuoco per riuscire a liberare un gattino che si era nascosto nel vano motore di un’auto parcheggiata in via Nicola Romeo a Milano.

“Sono operazioni che capitano abbastanza frequentemente, quelle della cattura di gattini che non vogliono saperne di uscire dal vano motori di un’auto” ha dichiarato l’operatrice di ENPA Milano che ha catturato il micio dopo innumerevoli tentativi andati a vuoto. “Ma non è mai stato così difficile come questa volta! Alla fine, dopo averle provate tutte e visto che la macchina non era più in ombra, abbiamo dovuto chiamare un carroattrezzi che ha trasferito l’auto presso un carrozziere nelle vicinanze. Soltanto lì, finalmente, con un po’ di tranquillità anche per il gattino siamo riusciti a catturarlo”.

La macchina in cui si era nascosto il micio apparteneva a un tassista che sarebbe dovuto entrare in servizio, ma che ha atteso pazientemente; anche che gli “smontassero” parte del proprio veicolo nel primo tentativo andato a vuoto per il recupero del micio. Per fortuna, una volta in carrozzeria l’operazione si è conclusa nel migliore dei modi ed è potuto così andare al lavoro.

“Sono casi davvero singolari e impegnativi, anche da un punto di vista fisico per i nostri operatori e le nostre operatrici, soprattutto con questo caldo. Ogni intervento presenta caratteristiche operative e necessità diverse, che ne rendono imprevedibile l’esito.” ha dichiarato Ermanno Giudici, Presidente di ENPA Milano “Salvare gli animali per noi una missione, ma sapere che tante persone si siano prodigate con così tanto impegno e passione per il lieto fine di questa piccola avventura è una grande soddisfazione. Adesso il gattino è in degenza presso la nostra clinica veterinaria dove troverà innanzitutto un po’ di tranquillità. Dopo questa brutta esperienza è molto stressato e agitato ma si tranquillizzerà presto, grazie alle attenzioni di operatori e veterinari”.


  • -

ENPA e Vigili del Fuoco salvano 12 anatroccoli in pericolo in Darsena a Milano

Sono stati tratti tutti in salvo i 12 anatroccoli di germano che questa mattina sono finiti all’interno delle paratie della Darsena di Milano, poste prima che le acque del Naviglio finiscano sotto piazza XXIV Maggio.

L’allarme è stato lanciato alle 9, da un passante che le ha sentite starnazzare mentre cercavano disperatamente di risalire la corrente nel tentativo di non finire nella parte in cui il Naviglio si intomba. Il cittadino ha subito telefonato a ENPA Milano per chiedere di intervenire in loro soccorso.

 

Veri momenti di disperazione anche per la madre dei piccoli che ha assistito a tutta la fase di recupero dei propri anatroccoli da parte degli operatori di ENPA Milano in collaborazione con il Nucleo sommozzatori dei Vigili del Fuoco. Poi però non è stato possibile catturarla perché poco prima della fine delle operazioni, probabilmente spaventata, si è allontanata in volo.

“Non era mai accaduto di dover intervenire per una situazione simile in quel posto in Darsena” ha dichiarato Ermanno Giudici Presidente di ENPA Milano “Negli anni passati come molti ricorderanno, questi salvataggi sono avvenuti quasi per lo stesso motivo sul Naviglio Martesana, all’altezza di Melchiorre Gioia, appena prima che il naviglio si intombi sotto la strada. Anche questa volta, nonostante tutto, è andata bene grazie al tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco, nostri preziosissimi alleati. Dopo la verifica sul loro stato di salute tutte le piccole anatre saranno trasferite al Centro Recupero Animali Selvatici di Vanzago, gestito dal WWF”.

 

È vietata la riproduzione non autorizzata delle foto.

Per foto: www.agenziafotogramma.it

 


  • -

Pitone reale trovato a Segrate e consegnato a ENPA Milano

Category : News

Ieri pomeriggio il portiere di uno stabile di Segrate, mentre accedeva allo scantinato del palazzo presso cui stava lavorando, ha avvistato un pitone reale di circa 80 cm che si aggirava lungo il corridoio di accesso alle cantine.

Essendo gennaio le temperature sono abbastanza basse e il serpente che è un animale a sangue freddo, era praticamente immobile, in uno stato di ibernazione come recentemente successo alle iguane in California.

Il custode non ha avuto alcuna difficoltà a recuperare il pitone reale, metterlo in una scatola, e avvisare l’ufficio tutela animale del comune di Segrate del ritrovamento dell’insolito esotico.

“Purtroppo come spesso accade quando il personale degli Uffici di Tutela degli Animali comunali, viene contattato per il ritrovamento di un serpente esotico inizia il “giro” delle competenze, come accaduto anche in questo caso” ha dichiarato Ermanno Giudici Presidente di ENPA Milano. “E come sempre, non essendo presenti sul territorio strutture in grado di ospitare questi animali, dopo aver consultato invano sia gli uffici CITES dei Carabinieri Forestali, sia i veterinari dell’ATS territoriale, a quanto detto dai segnalanti, siamo stati contattati noi.

Adesso il serpente, che fortunatamente sta bene, è presso la nostra struttura e speriamo che leggendo questo appello, il proprietario riconosca il proprio pitone e ci contatti. Non è difficile però che l’animale non sia riuscito a scappare da una teca ma che possa essere stato abbandonato.”

Raccomandiamo sempre di non acquistare animali esotici che sono impegnativi da custodire e non possono avere il giusto benessere nelle case delle persone.


  • -

ENPA Milano, i numeri di un anno di soccorso agli animali

Anche nell’anno appena concluso, l’ENPA di Milano ha lasciato il segno riuscendo a soccorrere ben 2559 animali in difficoltà su tutto il territorio di Milano e provincia.

Un successo raggiunto anche grazie a 1766 persone: quelle che si sono recate presso la sede di via Gassendi per consegnare personalmente ai nostri operatori l’animale ferito o in difficoltà trovato sul territorio.

Gli operatori dell’ENPA Milano, nel 2017 sono riusciti ad evadere 554 richieste di intervento diretto con i propri automezzi attrezzati per il soccorso, molto spesso in collaborazione con i Vigili del Fuoco.

Un binomio che negli ultimi periodi si è andato sempre più consolidando, vista anche la difficoltà di “raggiungere” alcuni animali per le difficili situazioni in cui si sono venuti a trovare.

Basta ricordare la volpe rimasta bloccata in una fenditura creatasi lungo le sponde del Naviglio Martesana, intervento che ha visto impegnati gli esperti del Nucleo Sommozzatori dei Vigili del Fuoco oppure la rondine rimasta appesa a 15 metri di altezza, soccorso che ha reso necessario l’intervento dei pompieri appartenenti al nucleo SAF – Speleo Alpino Fluviale.

Andando a leggere il lungo elenco degli animali soccorsi nell’arco dell’intero 2017 si contano ben 6 volpi e 252 rondoni salvati, numeri che vanno bene al di là dei singoli episodi ascesi agli onori della cronaca in quanto particolari. Scorrendo il dettaglio delle specie contenute nel lungo elenco si possono evidenziare moltissimi altri salvataggi: da quello di un boa albino, che si aggirava in un giardino condominiale di uno stabile in via Vergiate, soccorso, recuperato e restituito al proprietario, a quello del pitone reale caduto dal quarto piano di un palazzo di viale Abruzzi e che si è salvato miracolosamente ed è stato riconsegnato anch’esso al proprietario. Si aggiunge a questi serpenti anche un lampropeltis, che per 15 giorni era stato visto aggirarsi nel condominio di via Ingegnoli ma che nessuno era mai riuscito a catturare.

Fortunatamente per questi animali gli episodi hanno avuto un lieto fine, trattandosi di casi di fughe “accidentali” avvenute per distrazione dei proprietari.

A molti degli altri animali soccorsi, come per alcuni che erano presso la struttura già da diverso tempo, gli operatori di ENPA Milano hanno trovato anche una valida adozione e precisamente è successo per 32 gatti, 15 pappagalli, 4 serpenti (tra cui 3 pitoni reali), 1 cincillà, 1 gerbillo e molti altri.

Anche uno degli ormai “famosi” falchi pellegrini del Pirellone rientra tra i soccorsi del 2017, così come quello di un falco pecchiaiolo che a maggio si è letteralmente schiantato contro il vetro della finestra di un balcone all’ottavo piano di un palazzo in piazzale Bacone a Milano.

“Quando a Milano si parla di “pronto soccorso” per animali, il primo nome che viene in mente alla stragrande maggioranza dei cittadini è proprio quello di ENPA, l’associazione più importante e presente sul territorio, che si occupa di questa attività ormai da diversi anni” ha commentato Ermanno Giudici presidente di ENPA Milano.

“Potremmo continuare a riempire pagine e pagine con questi racconti, perché la nostra associazione è diventata un punto di riferimento importantissimo per la richiesta di interventi di soccorso ad animali. Ma ci preme sempre sottolineare che la nostra è soltanto una associazione di volontari, una ONLUS, non una istituzione o un ente pubblico, anche se la parola Ente può essere ingannevole.

Per questo motivo tutti questi episodi e i numeri che compongono un anno di lavoro, devono fare riflettere ancora di più e aiutano a capire la grande mole di attività che riusciamo a svolgere. Con richieste sempre in aumento grazie all’accresciuta sensibilità del pubblico”.

Anche nel 2017 alle attività di soccorso ad animali feriti e in difficoltà svolte dai nostri operatori e dai nostri veterinari, si sono affiancati i controlli svolti dalle nostre Guardie Zoofile volontarie su segnalazioni di presunto maltrattamento da parte dei cittadini.

Numerosi interventi sono stati effettuati sia in città che in provincia di Milano e in seguito a tre di questi controlli le Guardie Zoofile hanno proceduto a porre sotto sequestro tre cani denunciando i rispettivi proprietari per maltrattamento secondo quanto previsto dall’articolo 544 ter del codice penale.

È stato inoltre effettuato un quarto sequestro sempre da parte delle Guardie Zoofile dell’ENPA di Milano e conseguente denuncia contro ignoti per il rinvenimento di un pappagallo cenerino (psittacus erithacus) specie recentemente entrata nell’appendice di massima tutela della Convenzione di Washington.

 

 ELENCO ANIMALI SOCCORSI DA ENPA MILANO NEL 2017

 

Airone 9
Allocco 1
Anatra 43
Beccaccia 13
Balestruccio 7
Balia 3
Ballerina 1
Canarino 7
Cane 28
Capinera 11
Cardellino 3
Cavia 2
Cigno 3
Cincia 51
Civetta 17
Codirosso 8
Colombaccio 42
Coniglio 30
Cornacchia grigia 163
Criceto 1
Fagiano 4
Falco pellegrino 1
Falco pecchiaiolo 1
Fringuello 8
Furetto 2
Gabbiano 15
Gallina 3
Gallinella d’acqua 7
Gallo 1
Gatto 197
Gazza 20
Geco 2
Germano reale 33
Gheppio 31
Ghiro 5
Gufo 4
Lepre 64
Martin pescatore 2
Merlo 254
Nutria 11
Pappagallo agapornis 3
Pappagallo calopsitta 6
Pappagallo inseparabile 5
Pappagallo parrocchetto ondulato 7
Passero 51
Pettirosso 15
Picchio 8
Piccione 804
Pigliamosche 6
Pipistrello 37
Poiana 8
Quaglia 3
Regolo 1
Riccio 97
Rondone 252
Scoiattolo 17
Serpente biacco 11
Serpente boa albino 1
Serpente elaphe guttata 1
Serpente lampropeltis 1
Serpente natrice 6
Serpente pitone reale 1
Storno 6
Svasso minore 1
Tarabuso 1
Tartaruga palustre trachemys 35
Tasso 1
Topo 5
Tordo 4
Tortora 48
Verdone 2
Verzellino 1
Volpe 6
Totale animali soccorsi 2559

 


  • -

Campagna soci 2018

Anche quest’anno siamo riusciti a salvare più di 2500 animali,

grazie a chi crede nella nostra mission e sostiene le nostre attività iscrivendosi alla nostra associazione.

Fra pochi giorni ti daremo un resoconto più dettagliato di tutte le attività svolte nel 2017.

Nel frattempo ricordati di sostenere il nostro impegno, aiutaci ad aiutarli.

Diventa anche tu socio di ENPA Milano o rinnova la tua iscrizione per il 2018!

CLICCA QUI 

 














I prossimi eventi

Facebook

Twitter

Archivio notizie

Cerca