ENPA e Vigili del Fuoco salvano 12 anatroccoli in pericolo in Darsena a Milano

  • -
anatroccoli 2

ENPA e Vigili del Fuoco salvano 12 anatroccoli in pericolo in Darsena a Milano

Sono stati tratti tutti in salvo i 12 anatroccoli di germano che questa mattina sono finiti all’interno delle paratie della Darsena di Milano, poste prima che le acque del Naviglio finiscano sotto piazza XXIV Maggio.

L’allarme è stato lanciato alle 9, da un passante che le ha sentite starnazzare mentre cercavano disperatamente di risalire la corrente nel tentativo di non finire nella parte in cui il Naviglio si intomba. Il cittadino ha subito telefonato a ENPA Milano per chiedere di intervenire in loro soccorso.

 

Veri momenti di disperazione anche per la madre dei piccoli che ha assistito a tutta la fase di recupero dei propri anatroccoli da parte degli operatori di ENPA Milano in collaborazione con il Nucleo sommozzatori dei Vigili del Fuoco. Poi però non è stato possibile catturarla perché poco prima della fine delle operazioni, probabilmente spaventata, si è allontanata in volo.

“Non era mai accaduto di dover intervenire per una situazione simile in quel posto in Darsena” ha dichiarato Ermanno Giudici Presidente di ENPA Milano “Negli anni passati come molti ricorderanno, questi salvataggi sono avvenuti quasi per lo stesso motivo sul Naviglio Martesana, all’altezza di Melchiorre Gioia, appena prima che il naviglio si intombi sotto la strada. Anche questa volta, nonostante tutto, è andata bene grazie al tempestivo intervento dei Vigili del Fuoco, nostri preziosissimi alleati. Dopo la verifica sul loro stato di salute tutte le piccole anatre saranno trasferite al Centro Recupero Animali Selvatici di Vanzago, gestito dal WWF”.

 

È vietata la riproduzione non autorizzata delle foto.

Per foto: www.agenziafotogramma.it

 

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestPrint this page

  • -
cigno-5

Cigno con ala lussata sul Ticino, soccorso da ENPA Milano e VVFF

Era da martedì sera che questo cigno ferito faceva preoccupare gli abitanti di Turbigo. Avvistato su una spiaggia del fiume Ticino nella cittadina alle porte della provincia, una donna ci aveva contattato per segnalarci la situazione di pericolo, ma pochi minuti dopo ci aveva già richiamato per informarci che il cigno era sparito senza lasciare tracce. Ieri pomeriggio la donna è riuscita ad avvistare nuovamente il cigno nella stessa zona e ha richiesto immediatamente il nostro intervento.

Gli operatori di ENPA Milano sono accorsi per soccorrere il cigno con il supporto del nucleo sommozzatori dei Vigili del Fuoco. Non è stato facile trovare subito il cigno, che si era nuovamente nascosto tra la fitta boscaglia al margine del fiume. Una volta avvistato, la cattura da parte dei sommozzatori dei Vigili del Fuoco è stata invece semplice perché il cigno, seppur sulla difensiva, era ormai indebolito dalle ferite.

L’operatrice di ENPA Milano ha constatato una leggera escoriazione alla nuca e, soprattutto, una probabile frattura all’ala sinistra. Quello che possiamo ipotizzare, quindi, è che il cigno sia rimasto ferito in una colluttazione con un altro esemplare, ipotesi plausibile vista la territorialità di questi animali.

Come da prassi, il cigno è stato subito trasportato al Centro Recupero Animali Selvatici di Vanzago, dove gli operatori del WWF hanno fatto le prime visite. La ferita alla testa è superficiale e l’ala, fortunatamente, non è rotta ma solamente lussata: il cigno rimarrà in cura al Centro e sarà liberato una volta rimesso in salute.

Share on FacebookShare on LinkedInShare on Google+Tweet about this on TwitterPin on PinterestPrint this page

I prossimi eventi

Facebook

Twitter

Archivio notizie

Cerca