Tre gattini lanciati da un’auto in corsa

Tre gattini lanciati da un’auto in corsa

L’abbandono estivo non smette di mietere vittime, e già di per sé è un fenomeno imperdonabile. Ma quello che è successo ieri sera, a danno di tre gattini di soli 15 giorni, va oltre ogni definizione.

Erano le 23.30 quando alcune persone che si trovavano al chiosco dei panini nei pressi dell’Ikea di Corsico, hanno visto sopraggiungere un’auto, probabilmente un SUV, ad alta velocità. La scena a cui hanno assistito è stata indecifrabile: mentre l’auto affrontava una rotonda freneticamente, tre piccoli fagotti neri venivano lanciati fuori dall’abitacolo. Inizialmente i testimoni pensavano si trattasse di rifiuti, al massimo di pezzi di carrozzeria, pensando che l’autista avesse urtato contro un marciapiede. Poi, in pochi secondi, ad alcuni di essi si è gelato il sangue: dei miagolii sottili provenivano dal luogo in cui avevano visto volare le tre macchie nere. Alcuni ragazzi sono accorsi sul posto e hanno trovato, distanti fra di loro, tre piccoli gattini neri, ancora in vita ma terrorizzati.

Due giovani ragazzi, appena maggiorenni, hanno preso in mano la situazione, hanno raccolto i micini e si sono diretti al primo pronto soccorso veterinario che hanno trovato aperto a mezzanotte. Qui i medici hanno visitato i gattini trovandoli incredibilmente in salute ma, non avendo la possibilità di occuparsene, hanno fornito del latte in polvere e una siringa ai due giovani, in modo da far superare la notte ai gattini. I ragazzi non si sono fatti spaventare dalla grossa responsabilità: si sono presi cura dei piccoli per tutta la notte e questa mattina, alle 9, erano già in sala d’attesa della nostra sede, per incontrare i nostri operatori.

I gattini hanno solo 15 giorni, non hanno ancora finito lo svezzamento ma sono molto energici e di grosse dimensioni, un segno di cuccioli che sono stati allattati dalla mamma e non, come purtroppo siamo spesso abituati, dal latte in polvere. Cosa possa aver portato un essere umano a lanciare dei gattini fuori dal finestrino di un’auto in corsa, purtroppo, non possiamo saperlo. Non possiamo che essere grati a tutti coloro che li hanno soccorsi e che se ne sono presi cura, dimostrando una grande sensibilità e maturità, il nostro lavoro di sensibilizzazione passa anche attraverso questi eroi quotidiani e le loro storie. Quello che non ci è noto è il numero di quanti animali vengono abbandonati senza essere mai trovati, morendo nella solitudine o, peggio ancora, di fronte all’indifferenza delle persone.


I prossimi eventi

Facebook

Twitter

Archivio notizie

Cerca